Sensi Unici

Dal 12 Novembre 2016 al 26 febbraio 2017, la mostra SENSI UNICI – presso lo Spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni, in Via Milano 13 a Roma – ha offerto a tutti la possibilità di vedere e di toccare con mano una straordinaria selezione di libri e di opere d’arte tattili nazionali e internazionali, e di interagire con lo speciale allestimento di tavole materiche e operative che ha avuto come obiettivo quello di offrire ai visitatori un impatto sensoriale più profondo rispetto alla superficialità della mera esperienza visiva.

La riscoperta di tutti e cinque i nostri sensi e la costruzione di opere didattiche ed artistiche plurisensoriali è del resto una sfida che la Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi ha intrapreso da tempo, maturando competenze e aprendo nuove strade nel settore dell’editoria tattile illustrata per la prima infanzia, con edizioni di qualità e ricche di suggestioni sensoriali.

L’allestimento della mostra è stato pensato per angoli tematici, ognuno dedicato ad una delle materie prime del libro: la carta, la stoffa e il filo. Partendo dai maestri, coloro che per primi hanno con grande raffinatezza coniugato oggetto-libro, tatto e arte – dai Pre-libri di Bruno Munari, agli eleganti libri di carta di Katsumi Komagata, dalla ricerca su astrazione e composizione di Sophie Curtil ai preziosi libri cuciti di Maria Lai – l’esposizione ha attraversato il lavoro di artisti affermati come Mauro Bellei e Mauro L. Evangelista.

Non sono mancate le proposte editoriali anche di giovani artisti, alcuni vincitori del Concorso Internazionale Typhlo & Tactus e del Concorso Nazionale di Editoria Tattile illustrata Tocca A Te! Concorso quest’ultimo che la Federazione organizza ogni due anni in collaborazione con le principali Istituzioni per ciechi nazionali e che quest’anno avrà luogo ad Assisi presso l’Istituto “Serafico” per Sordomuti e Ciechi.

SENSI UNICI, come spesso accade nelle diverse occasioni espositive e formative che la Federazione organizza sul territorio nazionale, ha visto un grande successo di pubblico. Le numerose classi che hanno partecipato ai laboratori didattici e tutto il pubblico dei visitatori, hanno potuto sperimentare l’utilità di un approccio descrittivo e narrativo sinestetico, esprimendo giudizi positivi sulla validità delle proposte editoriali della Federazione anche in contesti lontani dalla disabilità visiva.

I libri da toccare e da manipolare editati dalla Federazione nelle sue collane si rivelano infatti preziosi strumenti comunicativi e didattici anche quando impiegati con bambini autistici, ipercinetici, con soggetti affetti da ritardi motori o cognitivi, o con altri deficit sensoriali quali la sordità. Così come è stato confermato anche dagli interventi dei relatori durante la tavola rotonda che SENSI UNICI ha organizzato in occasione della Giornata Nazionale del Braille, il 21 Febbraio 2017, dedicata all’accessibilità alle opere artistiche e culturali e alle pubblicazioni tattili.

L’evento ha messo a confronto editori, pedagogisti e tiflologi sulle linee guida da rispettare quando si progettano percorsi museali sensoriali o libri multisensoriali in grado di mediare, soprattutto ad un pubblico giovane, contenuti artistici e pedagogici.

La pediatra Manuela Orrù, Antonela Veracchi e Michela Tonelli del Palazzo delle Esposizioni, la tiflopedagogista Francesca Piccardi del Centro di Consulenza Tiflodidattica di Assisi e la pedagogista esperta in autismo Enza Crivelli, coordinate da Della Passarelli di Sinnos Edizioni, hanno raccontato le loro esperienze, offrendo spunti di riflessione e proposte operative concrete, volte a coniugare espressività e valori artistici con l’accessibilità e con i percorsi pedagogici speciali.

L’incontro è stato una tappa del progetto sull’accessibilità Punti di vista, inaugurato dal Palazzo delle Esposizioni nel 2014 con le visite plurisensoriali alla mostra di Frida Kahlo e con le acquisizioni di libri multisensoriali italiani e stranieri per il proprio Scaffale d’arte. Un percorso proseguito proprio con la mostra SENSI UNICI, che il Palazzo delle Esposizioni ha ideato e realizzato insieme alla Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus, da sempre impegnata su questi temi.

Naturalmente trattandosi di libri per tutti, e di una esposizione di opere tattili per tutti, SENSI UNICI non ha rinunciato a mostrare la ricchezza e la bellezza che può scaturire dalla progettazione di materiali accessibili. Sia i libri che le opere tattili esposte sono state di straordinaria fattura, e provano come le soluzioni adottate per implementare la loro accessibilità possano benissimo condurre sulla strada di una maggiore ricchezza di materiali e soluzioni espressive, che spesso sono state descritte dai fruitori come “poetiche”.

A completare SENSI UNICI, inoltre, è stato un ricco calendario di eventi speciali, corsi di formazione e laboratori per scuole e famiglie che hanno per ben tre mesi visto il tutto esaurito. Un successo di pubblico che il Palazzo delle Esposizioni e la Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus stanno già mettendo a frutto, lavorando per arricchire la mostra e per portarla in altrettanto prestigiosi spazi espositivi nazionali.

Alcune delle opere realizzate per SENSI UNICI andranno ad arricchire la storica mostra itinerante A spasso con le dita – Le parole della solidarietà, realizzata dalla Federazione Nazionale delle istituzioni pro Ciechi Onlus in partnership con Enel Cuore Onlus e che attraversa l’Italia per promuovere il libro tattile su tutto il territorio nazionale.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.